Ciao Davide, oggi è il giorno dopo…

Oggi è il giorno dopo… oggi possiamo solo tornare a parlare, con la consapevolezza che tu, caro Davide, non sentirai più le nostre parole.

0

Oggi è il giorno dopo… oggi possiamo solo tornare a parlare, con la consapevolezza che tu, caro Davide, non sentirai più le nostre parole.

Oggi è il giorno dopo, il giorno dopo il silenzio, il giorno dopo la tua scomparsa, il giorno dopo l’incredulità dell’accaduto, oggi è il giorno dopo, dove tutto deve per forza tornar ad avere un senso, ma dove un senso non c’è perchè non può aver senso la scomparsa di un ragazzo di 31 anni in questo modo.

Oggi è il giorno dopo, si torna a lavorare, si torna a parlare di calcio, di recuperi, di Derby, di rinnovi di contratto, già quello che tu oggi avresti dovuto firmare, oggi… il giorno dopo, tutto scorre alla velocità regolare di sempre, ma tu non ci sei.

Oggi è il giorno dopo, dove si raccolgono le testimonianze, tra i singhiozzi delle lacrime, di chi ha condiviso con te le ultime ore della tua vita, oggi è il giorno dopo, il giorno dopo il tuo ultimo sorriso, il tuo ultimo bacio alla tua bambina e alla tua compagna, il giorno dopo la tua ultima sera a giocare alla Play con gli amici, oggi è il giorno dopo, ma nel nostro cuore manca qualcosa, manca una spiegazione a tutto ciò, manca la consapevolezza che tu… il giorno dopo non ci sei, e non ci sarai più tra noi.

Riporto un post che ho scritto su Facebook ieri : ” Capiranno…. A mente fredda tutti capiranno…. 
Perché oggi non è un giorno come un altro…. Saltare un derby, aver speso soldi e dover tornare a casa, non è una tragedia paragonabile al dolore che attanaglia il nostro cuore….. L’interesse per un gioco o quello del denaro non è paragonabile ai sacri valori della vita e dell’amore. La vita, quella di un Uomo, prima che un calciatore, che lascia a casa una compagna, Francesca, ed una figlia di 2 anni, Vittoria. Che abbandona familiari, compagni di squadra e amici.  Non esiste spiegazione plausibile, non esiste ragione, che possa consolare. 31 anni! 
Comprendi solo quanto il destino sia duro e impossibile da digerire. La trasferta? Il lungo viaggio? Pensate a Francesca e a Vittoria…che non rivedranno più varcare la porta di casa dal loro più grande amore. ”

Oggi è il giorno dopo l’arrabbiatura dei tifosi che già saliti a Milano da tutta Italia hanno dovuto tornare in dietro perchè il Derby di Milano era stato annullato, come gli altri match della domenica, oggi è il giorno dopo le varie voci stupide Social : ” Astori come Morosini no allo stop del campionato ”.

Oggi è il giorno dopo, il giorno in cui anche il cielo piange per la tua scomparsa, il giorno in cui tutti ricordano com’eri e quanto fosse contagioso il tuo sorriso, oggi è il giorno dopo, dove una bambina di soli 2 anni si è svegliata senza il suo papà, oggi è il giorno dopo dove la tua compagna Francesca non ti vedrà tornare a casa stanco dopo un match giocato fino all’ultimo respiro. Oggi è il giorno delle risposte, al perchè tutto questo è accaduto a te, oggi è il giorno dopo…. un dopo che non esiste, un dopo che non potrai più vedere ne condividere con tutti coloro che ti hanno sempre amato.

Oggi è il giorno dopo, il giorno di riflessione, dove pensi ai match in cui da avversario ti ho visto scendere in campo, oggi è il giorno in cui ripensi…. ci ha fatto goal, come ci ha marcato bene…. che voto posso mettergli in pagella? riportiamo le parole del Capitano della Fiorentina, per me che scrivo ogni giorno di calcio, sarà difficile sostituire quella fascia che a lungo hai sognato ed onorato, con un altro nome… con un’altro volto.

Oggi è un giorno di dolore, dove nessuna parola ha senso, la vita deve riprendere…. ma senza te, mancherà a tutti qualcosa, perchè anche chi non ti ha conosciuto, ha strappato dai tuoi occhi o da un tuo sorriso qualcosa. La frase che si legge ovunque è ” era un bravo ragazzo ” bhe chiunque legga la tua storia, chiunque ascolti chi ti era vicino, riesce a capire che tipo di persona eri…. una persona speciale.

Ciao Davide…. con le lacrime agli occhi ti auguro un buon viaggio, guida la tua squadra, la tua bimba e la tua famiglia da lassù…

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.