Dal Barça alla Serie A: Iago e Rafinha, amici contro

Conoscersi a Vigo, giocare a Barcellona, ritrovarsi in Italia. Sono anni che Iago Falque e Rafinha s’incontrano, fanno tratti di strada insieme, si separano e tornano a incontrarsi. Hanno 3 anni di differenza, e in mezzo ai due è arrivato Thiago, fratello maggiore di Rafinha oggi al Bayern Monaco.

0

Conoscersi a Vigo, giocare a Barcellona, ritrovarsi in Italia. Sono anni che Iago Falque e Rafinha s’incontrano, fanno tratti di strada insieme, si separano e tornano a incontrarsi. Hanno 3 anni di differenza, e in mezzo ai due è arrivato Thiago, fratello maggiore di Rafinha oggi al Bayern Monaco, cosi riporta la Gazzetta dello Sport in edicola oggi.

DA VIGO ALLA MASIA I figli di Mazinho sono nati in Italia e in Brasile, Iago a Vigo, ma lì, in Galizia si sono incontrati perché il campione del mondo brasiliano nel 1996 andò a giocare col Celta e vi rimase 4 anni. I tre bambini si conoscevano perché erano accomunati dal grande talento. Il primo ad andarsene, ad appena 11 anni, fu Iago Falque.

Al Barcellona, col padre, mentre la madre, politica di alto livello del Partito Socialista di Vigo,restò a casa. Poi in Catalogna arrivò Thiago, nel 2005: Mazinho si era separato e lasciò Rafinha in Galizia con la mamma e la sorella. Poco dopo al Barça arrivò anche Rafinha. I tre ragazzi di Vigo si ritrovarono alla Masia.

PEP E LUCHO Nel 2007 il Barça affida a Pep Guardiola il filial, che gioca in quarta serie. Guardiola fa allenare con i suoi alcuni ragazzi del juvenil tra i quali Thiago e Iago Falque che debutta in Liga (e segna). Nell’estate del 2008 Luis Enrique inizia la sua carriera di allenatore col Barça B lasciato da Pep. Chiama subito 9 ragazzi del juvenil, e di nuovo cisono Thiago e Iago Falque.

Che però dopo una manciata di allenamenti e due amichevoli capisce che non avrà spazio e firma con la Juventus. Thiago farà le valigie 5 anni dopo. Intanto cresce Rafinha, e se Luis Enrique per Iago non ha mai nutrito alcuna passione, s’innamora invece del secondo figlio di Mazinho: nel 2010 lo fa debuttare nel Barça Bedopo l’anno di Roma quando va al Celta chiede e ottiene il suo prestito: Rafinha torna dov’è cresciuto. Nel 2014 Luis Enrique prende il Barça e dà spazio al rientrato Rafinha nella conquista del triplete. Iago intanto ha girato l’Europa e quell’anno si afferma con il Genoa. Oggi a Torino i due bambini di Vigo si ritrovano.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.