Esclusiva MI: Due occasioni ed un sogno, l’Inter inizia a piazzare le sue trappole di mercato

0

In attesa di un segnale di Suning la coppia Ausilio-Sabatini è già a lavoro

Questa estate vi abbiamo sempre parlato di come sia Spalletti che Sabatini puntassero decisi sui gioielli laziali. Milinkovic Savic su tutti. Non è più un mistero che l’offerta da 40 milioni fatta pervenire all’agente del giocatore sia stata rifiutata da Lotito. L’Inter tiene sempre d’occhio la situazione, convinta che Sergej possa diventare il “nuovo Stankovic”, nel frattempo dovrà capire che ne sarà della propria “potenza di fuoco” sul mercato per rispondere alle offensive delle big interessate.

In questo senso Walter e Piero lavorano già su due piste molto allettanti, dalle spese azzerate, ma sempre tortuose: Stefan de Vrij (Lazio) e Josè Maria Gimenez (Atletico Madrid). Tutti e due in scadenza di contratto a giugno. Tutti e due giovani (25 e 22 anni ndr) ma con grande esperienza internazionale e pilastri delle rispettive nazionali.

L’olandese è sempre stato sui taccuini di Ausilio ma, i continui infortuni e le esagerate richieste di Lotito, avevano rimandato ogni discorso. Oggi Stefan è indeciso se rinnovare ed accettare i soldi offerti da Tare, conscio che ogni piccolo fastidio o incidente possano allontanare le pretendenti, oppure aspettare il proseguo della stagione e, giocando un grande campionato, ricevere ricche offerte da big inglesi ed italiane.

I fattori che possono avvicinare l’Inter in caso di mancato accordo del giocatore con la dirigenza capitolina sono due. Il primo riguarda la qualificazione in Champions, condizione necessaria per ogni salto di qualità. Il secondo è il suo procuratore: Alex Kroes, della Sports Entertainment Group. Agente di numerosi calciatori olandesi tra cui Depay, Strootman, Van Persie, Vermaelen e Afellay. Tutti finiti in orbita di Sabatini all’epoca della Roma e alcuni di loro trasferitisi a giocare all’ombra del cupolone.

Logico quindi pensare come il supervisore di Suning abbia un canale privilegiato.
Walter però non è uomo scontato e, si sa, a lui le cose ovvie non sempre piacciono. Per questo tiene sempre vivo l’interesse per l’uruguaiano Gimenez, ritenuto un futuro top e con in più lo status di comunitario da questa stagione. Nell’ultima sessione di mercato Sabatini aveva già avviato i contattati con l’entourage del difensore, consapevole del suo desiderio di cambiare aria e trovare un posto da titolare. Lo stop agli acquisti dell’Atletico ha naturalmente cambiato i piani in corsa, con la richiesta di Simeone alla dirigenza di non vendere nessuno della rosa attuale. Logico che adesso ci sia la fila sul giovane uruguaiano. Soprattutto spagnole e inglesi.

Non resta che attendere gli sviluppi. L’Inter in vista della prossima stagione, con la possibilità della Champions, intende affiancare a Škriniar un altro giovane top e formare così la coppia titolare dei prossimi 10 anni. Va da sé che Miranda a 33/34 anni non possa reggere i tanti impegni, ma vada fatto rifiatare e centellinato. Come disse Ausilio, l’Inter non comprerà tanto per, e qui si spiega come mai negli ultimi giorni di agosto non si sia ceduto alla sparata di Mustafi da 4.5 milioni.

Solo giovani, forti e, soprattutto, onorati di vestire il nerazzurro…

Non c’è altra strada.

Luigi Di Fronzo

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.