Esclusiva MI: L’Inter al passo delle grandi d’Europa in poco tempo, questo il piano finanziario di Suning

0

Idee finanziarie chiare, con la Champions League per i nerazzurri sarà la svolta

Uno dei grandi rebus attorno all’Inter è quello legato agli aspetti finanziari, la stragrande maggioranza dei tifosi nerazzurri non ha ben chiaro quali siano i piani della proprietà Suning per il club meneghino. Il perché gli Zhang abbiano speso subito tanti soldi per i vari Candreva, Joao Mario e Gabigol per poi rallentare nettamente col passare dei mesi.

La redazione di Mondo-Inter è voluta andare a fondo alla faccenda, interrogando sull’argomento voci interne alla società impiegate principalmente nelle gestione finanziaria della stessa. Questo il piano economico dell’Inter per presente e futuro che ci è stato illustrato.

Suning rispetto ai primi mesi di gestione ha avuto una presa di coscienza netta in riferimento a quello che è il sistema calcio europeo. Esistono dei vincoli esistenti col fair play finanziato, comè noto. Nello specifico l’Inter ha un accordo con la Uefa che prevede un settlement agreement. La società è riuscita al 30 giungo 2017 a rispettare i parametri ed ora punta a raggiungere il pareggio di bilancio anche per la chiusura del bilancio del 2018. L’obiettivo è questo, se raggiunto ci si libererà da questo vincolo. Il Gruppo degli Zhang è convinto di poter raggiungere l’obiettivo stagione sportivo, la qualificazione alla Champions League, con l’attuale roster e con l’aggiunta di qualche elemento in prestito nel mercato di gennaio o in arrivo con operazioni ‘fantasiose’. In questo modo si riuscirà a portare l’impegno finanziario più avanti come andiamo a spiegare.

Con l’entrata nella massima competizione arriverebbero non solo i 50 milioni di euro minimi per la sola partecipazione ma si farà leva su tutti gli altri contratti di sponsorizzazione esistenti. Suning è un’azienda dal fatturato annuo di 50 miliardi di euro, non sarebbe un problema per la stessa spenderne 100 o 200 milioni per l’Inter. Il punto è che gli Zhang sono convinti, dopo quasi due anni di esperienza al timone dei nerazzurri, di aver imboccato la via giusta. Sin ora sono state portate sponsorizzazioni interne al Gruppo che han fruttato 60 milioni di euro, cifra limite a fronte dei risultati sportivi ottenuti e che ha permesso di pervenire al pareggio di bilancio nell’ultimo esercizio. Con i risultati migliorati e, si spera, con la partecipazione costante alla Champions League a partire dalla prossima stagione l’Inter vedrebbe la cifra suddetta aumentare vertiginosamente, al limite del triplicarsi.

In questo modo il colosso di Nanchino potrà garantire all’ex club dei Moratti acquisti ed ingaggi in linea con le big europee restando nelle regole Uefa. Per fare l’esempio più banale, la sponsorizzazione delle Pinetina che ora frutta una cifra poco inferiore ai 20 milioni di euro a stagione salirebbe fino ai 50 con l’ingresso in CL. Il discorso vale per tutti gli accordi siglati nell’ultimo anno e mezzo con le varie sponsorizzazioni arrivate con l’avvento di Suning all’Inter.

Limpidezza e risultati, questi i diktat di Suning, non c’è altra strada per tornare grandi.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.