Focus – NESSUN DORMA…ALL’ALBA VINCERÒ! Di Fausto Giovanni Longo

0

NESSUN DORMA…ALL’ALBA VINCERÒ!

Di Fausto Giovanni Longo

Può una sconfitta con l’Udinese aprire una crisi di risultati? Con l’Inter non vi è nulla di scontato anzi è tutto, come sempre imprevedibile. Naturalmente brucia la sconfitta di Coppa Itala col Milan, ma per quanto fatto vedere in campo l’inter probabilmente meritava qualcosa in più e se l’arbitro non avesse invalidato il gol di Perisic, scriveremmo di un’altra partita.
Come gia sottolineato precedentemente questo improvviso blocco mentale sta spingendo la beneamata a risultati non troppo soddisfacenti. Eppure le trame di gioco ci sono, forse prevedibili sulle fasce e si sfrutta poco la linea centrale.
Si è quindi prevedibili. Ma gettare tutto alle ortiche, per quanto fatto fino qui è solo da folli, la qualità della squadra è comunque buona e, un periodo di stanca capita. Se però vogliamo trovare la polemica a tutti i costi  proviamo a ragionare sul gruppo storico, sull’imposizione del modulo a una punta ( ICARDI sempre troppo solo) e da quando c’è l’argentino in squdara nessun allenatore ha mai avuto il coraggio di giocare a 2 punte li davanti…De Boer ci ha provato col 4-3-3 e sappiamo come è andata a finire…
Le notizie di mercato poi, hanno destabilizzato  l’ambiente e il gruppo, le continui voci che si rincorrono su JOAO MARIO, SU ICARDI ( che non è vero che lo vogliono i top club) che ogni volta prova a rivedere al rialzo l’ingaggio, le  lacune della rosa incompleta, stanno facendo il resto.
Adesso, bisogna ritrovarsi e svoltare, bisogna guardarsi negli occhi e chiarire un po’ di concetti che sicuramente, mister Spalletti spiegherà allo spogliatoio.
La partita con la Lazio è fondamentale, poi  la pausa per ritrovarsi  e riprendere il cammino per centrare l’obiettivo Champions.
Questa squadra può farlo, questa squadra può arrivare terza, fermo restando che, i giocatori devono rifiatare,  e devono remare tutti dalla stessa parte…
I tifosi stiano accanto alla squadra e non facciamo drammi,  critichino con razionalità e cognizione di causa, osservino però bene in campo i giocatori cosi da capire chi ha gia tirato i remi in barca…e chi invece ha voglia di continuare a lottare per raggiungere l’obiettivo.
AMALA

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.