Marzo 3, 2024

Italia in difficoltà, ma il protagonista è Fontecchio: trionfo su Angola

2 min read

Faticoso trionfo dell’Italia nel primo match mondiale a Manila, ma la squadra in campo non rispecchia l’agilità dimostrata nel premondiale con 7 vittorie su 7. Alla Philippine Arena, con oltre 40.000 spettatori – un record mondiale per il Mondiale – l’Angola è superato 81-67. La squadra di Pozzecco ha lottato più del previsto contro la fisicità avversaria e la loro aggressiva difesa.

Le difficoltà sorgono subito per l’Italia. I primi 5 minuti sono contrassegnati da paura e smarrimento, dissipati solo dalla schiacciata di Nicolò Melli (14-13). Nel primo quarto, l’Angola (41° nel ranking) sfrutta l’inerzia dell’esordio e una difesa aggressiva per portarsi a +7 (4-11 e 6-13). L’efficacia di Fernando sotto canestro era nota, ma l’incapacità dell’Italia nel tiro da tre (3/12 nel primo quarto, 3/20 a metà partita) rallenta il cammino verso la vittoria. Datome e Severini dalla panchina danno un apporto positivo, portando l’Italia avanti 43-40 all’intervallo.

Un avvio promettente nel terzo quarto (49-40) è annullato dal ritorno dell’Angola grazie a Dundao, specialmente da oltre l’arco (4/8). Gli angolani rimangono agganciati a 54-54 a metà terzo quarto, costringendo Pozzecco a cercare la formazione giusta per spezzare l’entusiasmo avversario. Ricci diventa il jolly decisivo: 5 punti rapidi, inclusa una tripla per il +8 (72-64) a 4 minuti dal termine, danno all’Italia l’energia per il rush finale. Una vittoria con campanelli d’allarme, da analizzare e risolvere prima della seconda partita domenicale all’Araneta Coliseum.

Tabellino Italia: Fontecchio 19, Tonut 18, Ricci 12, Datome 4, Melli 7, Pajola 4, Polonara 7, Procida 2, Severini 3, Spagnolo, Spissu 5. Allenatore Pozzecco.